Coronavirus a Roma e nel Lazio: eventi sospesi, rinviati e orari di apertura modificati » Info

Coronavirus: a Roma e nel Lazio eventi sospesi e musei chiusi (info e aggiornamenti)

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 4 . Media: 5,00 su 5)
Coronavirus: a Roma e nel Lazio eventi sospesi e musei chiusi (info e aggiornamenti)

I Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri, insieme alle diverse Ordinanze Regionali, hanno rilasciato la lista delle misure da adottare in questo periodo per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019 che riguardano tutto il territorio nazionale, comprese ovviamente anche la città di Roma e la regione Lazio.

 

Con la speranza che tutto torni rapidamente alla normalità, il decreto è soggetto a modifiche al seguito dell’evolversi dello scenario epidemiologico. In caso di sintomi sospetti ricordiamo che non bisogna recarsi direttamente al pronto soccorso, ma chiamare il numero attivato dal ministero della Salute 1500, o in alternativa anche il 112 e il numero verde regionale 800 118 800.

 

I provvedimenti qui elencati possono possono subire modificazioni, per cui è necessario fare sempre riferimento al sito della Regione Lazio, del Ministero dell’Interno e del Ministero della Salute.

 

Qui di seguito i punti cardine dell’ultimo DPCM con le disposizioni da attuare allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 valide nell’intero territorio regionale.

 

  • Sindaci possono disporre la chiusura di vie e piazze nel caso in cui si rilevino assembramenti o difficoltà di gestione;
  • Ristorazione (bar, ristoranti, self 24, tavole calde) è consentita dalle 05.00 alle 00.00 ai tavoli e l’attività al banco (in piedi) solamente fino alle ore 18.00;
  • Sempre nell’ambito della ristorazione sarà consentito un numero massimo di 6 persone per ogni tavolo e sarà obbligatoria l’affissione del numero massimo di capienza all’esterno del locale;
  • Sale gioco, bingo apertura consentito fino alle 21;
  • Attività scolastiche di infanzia e primaria in presenza;
  • Scuole superiori con ingressi scaglionati a partire dalle ore 9 e possibilità di lezioni pomeridiane e maggiore flessibilità nell’utilizzo della didattica a distanza;
  • Vietato lo sport amatoriale;
  • Stop a sagre e fiere locali, consentiti invece gli eventi internazionali;
  • Aumento dello smartworking fino al 70% del personale;
  • Palestre e piscine, banco di prova di 1 settimana, se la situazione peggiorerà sarà disposta chiusura.

 

Una nuova ordinanza della Regione Lazio prevede inoltre un coprifuoco a partire dal giorno venerdì 23 ottobre 2020. Uno stop, quindi, di tutte le attività e degli spostamenti, ad esclusione dei casi “eccezionali” (motivi di salute, lavoro e comprovata necessità), nell’intera regione dalle ore 24 alle 5 del mattino. Chiusi anche i centri commerciali non alimentari nel fine settimana.

 

Concerti, Cinema e Spettacoli live

 

I cinema e i teatri, dal 15 giugno, possono riaprire le loro porte al pubblico, se svolti con posti a sedere pre-assegnati e distanziati e a condizione che sia comunque assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per il personale, sia per gli spettatori, con il numero massimo di 1000 spettatori per spettacoli all’aperto e di 200 persone per spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala

 

L’ordinanza prevede inoltre la riapertura di discoteche e sale da ballo a partire dal 10 luglio.

 

Tra le regole da osservare sono previste anche la misurazione della temperatura corporea agli spettatori, agli artisti, alle maestranze e a ogni altro lavoratore nel luogo dove si tiene lo spettacolo, impedendo l’accesso in caso di temperatura al di sopra dei 37.5 °C.

 

Sarà vietato il consumo di cibo e bevande e reso obbligatorio l’utilizzo delle mascherine per gli spettatori e una adeguata aerazione naturale e ricambio d’aria e il rispetto delle raccomandazioni concernenti sistemi di ventilazione e di condizionamento.

Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Roma Pop
X