Coronavirus a Roma e nel Lazio: eventi sospesi, rinviati e orari di apertura modificati » Info

Rione Trastevere, il quartiere di Roma dal cuore appassionato

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 2 . Media: 5,00 su 5)
Rione Trastevere, il quartiere di Roma dal cuore appassionato

Nel centro storico, batte forte il cuore del rione Trastevere. Una magia che la si potrà gustare in una coinvolgente e appassionata passeggiata che condurrà il viaggiatore tra i suoi vicoli. Qui, infatti, sarà possibile ammirare meraviglie nascoste, le sue deliziose piazze, così come la bellezza infinita dei suoi fantastici monumenti: Trastevere è il luogo ove la solennità dell’antico e la razionalità del moderno si vanno a fondere creando un infinito gioco romantico.

 

Trastevere

 

 

Descrizione

 

Le bellezze di Trastevere sono una fantastica e caleidoscopica composizione, ove domina un forte sentimento. Gli infiniti angoli preziosi, i suoi romantici vicoli, i piatti caratteristici della tipica cucina romana, sono elementi che consentiranno di immergersi nella cultura della Città Eterna.

 

Un tour di Trastevere, non può che iniziare che da Piazza Trilussa, il celebre poeta romano. Quindi, da qui ci si potrà dirigere verso Ponte Sisto e, dopo averlo attraversato godendo di una vista assolutamente panoramica, si potrà giungere in via dei Pettinari. Svoltato a sinistra, si percorrerà vicolo delle Grotte fino a raggiungere il Palazzo Farnese, ove sarà possibile ammirarne il suo fascino e la bellezza della sua splendida fontana.

 

Proseguendo lungo via dei Farnesi, si dovrà girare a destra per far ingresso nello stupendo Campo de’ Fiori. Ovviamente, punto focale sarà la statua di Giordano Bruno che, proprio qui venne arso vivo dalla santa inquisizione, per essere colpevole di non aver voluto rinnegare nessuno dei suoi ideali.

 
Trastevere
 

Proseguendo il tour, lasciato Campo de’ Fiori si arriverà a Largo dei Librari, luogo noto per il suo aspetto intimo e raccolto e per la presenza della Chiesa intitolata a Santa Barbara dei Librari. Andando oltre, si perverrà in via dei Giubbonari e, quindi, in Via dei Falegnami dove l’attenzione verrà colpita dalla presenza della stupenda Fontana delle Tartarughe.

 

Andando oltre, si attraverserà via Sant’Ambrogio, per entrare nel vecchio Ghetto Ebraico. Qui, al Portico d’Ottavia, al viaggiatore apparirà una Roma antica alla quale farà, da metafisico fondale, la tradizionale architettura del ghetto. Il tutto, saprà creare una incredibile soluzione d’infinita continuità. Ma oltre che far gioire lo spirito, sarà, anche possibile degustare gli ottimi piatti tipici della cucina romana giudea.

 

Dopo aver mangiato un classico “carciofo alla giudia”, si potrà raggiungere il Lungotevere e, poi, si dovrà girare a sinistra per imboccare via del Foro Olitorio, grazie al quale si arriverà a via del Vicolo Jugario, ove si trova la mitica Bocca della Verità e la bellissima Chiesa dedicata a Santa Maria in Cosmedin.

 

Grazie al Ponte Palatino e a via dei Vascellari, si potrà visitare la celeberrima Chiesa di Santa Cecilia in Trastevere. Prima di visitare la chiesa, in Piazza de’ Mercanti, si potrà ammirare uno tra i più romantici scorci di tutta Roma. Via dei Genovesi, via San Benedetto in Piscinula, via della Lungaretta, via dei Fienaroli e via delle Fratte di Trastevere è, andando a concludere, il percorso che accompagnerà il visitatore sino a Piazza Santa Maria in Trastevere, ovvero il luogo ove si trova la famosissima Basilica di Santa Maria in Trastevere.

 

Come Arrivare

 

Trastevere si trova sulla riva est del Tevere, a sud della Città del Vaticano. Il bus più comodo per arrivarci è la Linea 8, scendendo alla fermata “Belli”.

 

Mappa

 

Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Roma Pop
X