Coronavirus a Roma e nel Lazio: eventi sospesi, rinviati e orari di apertura modificati » Info

Le 10 Curiosità su Roma che vi lasceranno a bocca aperta

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 2 . Media: 5,00 su 5)
Le 10 Curiosità su Roma che vi lasceranno a bocca aperta

Roma, caput mundi. Oltre che essere una affascinante meta turistica che ogni anno attira milioni di visitatori da tutto il mondo per il suo vastissimo patrimonio storico, culturale, artistico ed enogastronomico, la città di Roma propone una gran quantità di curiosità, segreti e stranezze di ogni tipo.

 

Tra i suoi vari misteriosi segreti, vediamo le 10 curiosità su Roma che vi lasceranno a bocca aperta. Eccole!

 

La Porta Alchemica a Piazza Vittorio Emanuele II

 

Nel Rione Esquilino e più esattamente in quella che i romani chiamano semplicemente Piazza Vittorio, si può ammirare una tra le più importanti testimonianze alchemiche al mondo, ovvero la Porta Alchemica. Osservandola, si potrà notare gli enigmi e simboli che il marchese Savelli, non essendo stato in grado di decifrar, volle che divenissero pubblici.

 

Giulio Cesare e la presenza dei Gatti

 

Largo di Torre Argentina, propone una più che interessante area archeologica. Difatti, fu proprio in questa area che Giulio Cesare cadde vittima per mano dei congiurati. Oggi, il punto esatto dove venne ucciso è indicato da una lastra voluta da Ottaviano per far sì che i posteri sapessero dove cadde ucciso il grande condottiero. La curiosità è che questo luogo è “custodito” da una ingente colonia di gatti che sembrano essere poste a guardia della lapide.

 

La Magia del Cupolone

 

Ammaliante bellezza di Roma, propone una interessante curiosità. Infatti, se da Villa Pamphili ci si dirige verso San Pietro, più la cupola della Basilica si avvicina e più questa sembra piccola. Se invece si procede inversamente, il Cupolone sembrerà ingrandirsi.

 

Lo Street Food ante litteram

 

I romani sono stati i precursori anche di quello che oggi viene ad essere chiamato street food. Infatti, nell’antica Roma vi era già una infinità di locali ove gli avventori potevano prendere il cibo, così come vi erano numerosi venditori ambulanti, ovvero i lixae, che proponevano sulle loro bancarelle smontabili pane, frittelle e varie altre gustose cibarie.

 

Chiacchiere da Toilette a Roma

 

Oggi, in linea generale, si è portati a vedere la toilette come un luogo privato. Ai tempi dell’antica Roma, invece, le toilette pubbliche venivano ad essere viste e considerate alla sorta di salotto. Non per nulla, venivano ad essere costruite a ferro di cavallo proprio per far sì che gli astanti potessero agevolmente chiacchierare tra loro.

 

Sesso e Roma

 

Come testimoniato da innumerevoli scoperte archeologiche, i romani avevano una forte fame di sesso. Ad esempio, nelle popinae, le osterie del tempo, oltre che poter consumare dei pasti veloci, vi erano numerose prostitute che, dopo aver contrattato la prestazione al piano terra, portavano la clientela sul soppalco.

 

Il problema dei rifiuti a Roma

 

La storia che vede protagonista Roma e i suoi rifiuti, ha antiche origini. Infatti, fu solo a partire dal diciottesimo secolo che si può attestare l’esistenza di un organizzato servizio di nettezza urbana. Tra le più antiche testimonianze di questo annoso problema, vi è il Monte Testaccio, così chiamato per il fatto che venne, praticamente, ad essere eretto dallo smaltimento delle anfore ai tempi degli antichi romani.

 

La Sedia del Diavolo a Roma

 

Oggi è piazza Elio Callistio e si trova nel quartiere Africano ma prima era chiamata piazza Della Sedia del Diavolo. Questo nome inquietante era derivante dal fatto che una antica costruzione romana ridotta a rudere, ricordava una sedia, quasi un trono con tanto di alta spalliera e pronunciati braccioli. Ovviamente, prima dell’urbanizzazione questa era un’area di campagna e la leggenda narra che chi avesse avuto il coraggio di avvicinarsi a questo rudere acquistasse il dono di curare le malattie e la capacità di fare profezie.

 

La Cripta dei Cappuccini in via Via Veneto

 

Tra le 10 curiosità su Roma che vi lasceranno a bocca aperta, non poteva mancare questo luogo misterioso. Proprio in quella via che è nota per la Dolce Vita, infatti, si trova la Chiesa di Santa Maria Immacolata al cui interno vi è la cripta dei Cappuccini. A rendere un po’ inquietante la visita di questo luogo sacro in via Veneto è la presenza degli scheletri dei cappuccini. Tutto all’interno della cripta è fatto di ossa: vertebre, femori, peroni, tibie e via dicendo.

 

La grandiosità del Colosseo

 

Già la sua gloriosa vista lascia a bocca aperta ma, poi, se si sa che in questo luogo oltre che ai tradizionali combattimenti tra gladiatori si disputavano vere e proprie battaglie navali, la meraviglia e lo stupore sale ancora più forte.

 
Per saperne di più: Il Colosseo, simbolo di Roma per eccellenza
 

Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Roma Pop
X